In Evidenza Napoleonico Nuove uscite Recensioni

Black Seas: Unboxing dello starter set Master & Commander

Dopo una lunghissima attesa, dopo una lenta spedizione rigorosamente via mare, eccoci finalmente con la scatola base del nostro bramatissimo Black Seas, il nuovo gioco di scontri navali di Warlord Games.

Era molto tempo che non eravamo così gasati per l’uscita di un gioco. Riuscirà a soddisfare le nostre altissime aspettative?

Senza perdere tempo entriamo nel ventre della balena.

LA SCATOLA

Il formato della scatola è simile per dimensione a quello del precedente Cruel Seas. Grazie alle splendide illustrazioni la scatola, dal peso consistente, risulta esteticamente molto accattivante.

Sul retro troviamo l’introduzioneal gioco e l’elenco dei contenuti.

Armati di taglierino, procediamo all’apertura chirurgica: va bene la scatola ma vogliamo le navi!

IL VENTRE DELLA BALENA

Finalmente le navi!

Dimenticandoci per un momento del resto, ci lanciamo a capofitto nello studio degli sprue.

Il Livello di dettaglio è molto buono. Sui ponti delle navi sono chiaramente visibili le singole assi di legno e anche dei cannoni, sono riconoscibili le singole parti.

Gli elementi che compongono le navi non sono molti, il che permette di assemblare e giocare in tempi molto brevi: ci piace!

Un’altra piacevole sorpresa sono le dimensioni dei modelli, più grandi di quanto immaginassimo. La lunghezza dello scafo misura 5 cm per i bricchi e 7,5cm per le fregate.

La plastica è resistente e flessibile, caratteristiche fondamentali per modelli armati di due o tre alberi.

Mettendo a malincuore da parte i nostri sprue, possiamo continuare ad esplorare la nostra nuova scatola.

Come per Cruel Seas troviamo il piano di gioco per rappresentare il mare. Il piano di Cruel Seas dopo qualche partita e qualche piega sbagliata ha cominciato a strapparsi in diversi punti. Questo di Black Seas sembra leggermente più spesso, ma la soluzione ottimale è sicuramente quella di acquistare, avendone la possibilità, un mat in PVC o in mousepad per evitare anche le pieghe che possono rendere instabili i modelli.

Le dimensioni sono 120x85cm, dimensioni adatte per piccoli scontri.

Oltre al piano di gioco troviamo il cotone per rappresentare fumo ed incendi e i dadi utilizzati nel gioco.

Menzione d’onore per il D3, a forma di cicca attaccata sotto il banco, onestamente mai visto prima, in tanti anni di onorata carriera. Grazie a questo  accessorio, finalmente potremo smettere di usare la complicatissima formula del D6/2 arrotondato per eccesso. TIME SAVING!

IL REGOLAMENTO

Anche il regolamento è davvero ben fatto.

Ricco di illustrazioni e fotografie dei modelli per tutte le sue 98 pagine.

Le prime 40 pagine sono dedicate al regolamento, nella sua versione base (29 pagine) e nella sua versione avanzata. In questa parte troviamo anche tutti gli scenari di gioco. Le regole sono semplici e veloci da apprendere: ma questo lo vedremo prossimamente in un articolo di approfondimento.

A seguire troviamo un’introduzione storica al periodo, sulla tipologia di imbarcazioni del’epoca e una breve guida all’anatomia della HMS Victory splendidamente illustrata.

Trovano spazio poi i punteggi per creare partite bilanciate tra flotte differenti, le regole per la campagna e, nelle ultime 10 pagine, i consigli su come dipingere i modelli ed armare le navi completandole con le sartie.

Assolutamente esaustivo, cosa volere di più?

Sempre all’interno della scatola sono presenti anche tutti i segnalini in cartone fustellato, gli strumenti di misurazione, la rosa dei venti (elemento molto importante nel gioco) ed infine qualche elemento scenico per interrompere la calma piatta marina.

Completano il tutto le carte delle imbarcazioni, i template che rappresentano la velocità di crociera, le vele e le bandiere da applicare ai modelli.

Per gli appassionati degli scontri navali questo starter set è eccellente e contiene tutto il necessario per giocare piccole battaglie. Se la vostra passione è a livello “Miniables”, vi consigliamo di partire con almeno uno starter set per ogni giocatore. In alternativa potete sempre optare per gli “Army Box” di Inglesi e Francesi, disponibili sul sito Warlord Games a 75 sterline.

Non ci resta che assemblare la nostra flotta e provare le regole.

Il costo dello starter set è di 50 sterline, circa 55 euro. Avete già ordinato la vostra copia?

Chiamatemi Ismaele. Alcuni anni fa – non importa quanti esattamente – avendo pochi o punti denari in tasca e nulla di particolare che m’interessasse a terra, pensai di darmi alla navigazione e vedere la parte acquea del mondo.

Herman Melville – Moby Dick

 

Potrebbero interessarti anche questi

Inglesi della Guerra dei 100 anni – Centuria nel periodo Medioevale

Stefano

Poseidon’s Warriors

CapitanMattia

Untamed Beast: Dipingere con i Contrast una banda di Warcry

Stefano