Fantasy In Evidenza Tutorial

Untamed Beast: Dipingere con i Contrast una banda di Warcry

Con l’arrivo della nuova gamma di colori GW Contrast, la mia produttività ha ricevuto una spinta notevole.

Non essendo mai stato un Caravaggio della pittura, belli o brutti che siano, i risultati ottenuti sono in linea con quello che facevo con i metodi tradizionali, ma con tempi che sono più che dimezzati.

Insomma, ebbro di questa spinta pittorica, devo cavalcare il momento e continuare a produrre.

Dopo aver assemblato e dipinto Iron Golem e Gloomspite Gitz in un fine settimana, è ora il momento degli Untamed Beast.

Iniziamo!

Dopo aver assemblato i pezzi, il primo passaggio obbligato è il primer. In questo caso il Wraith Bone Citadel.

Per la pelle ho optato per il Guilliman Flesh. Dalle prove fatte il colore risulta un pò troppo scuro per i miei gusti. Per ottenere una tonalità più chiara ho recuperato un contenitore di colore vuoto opportunamente pulito. Con una siringa ho prelevato 2ml di Guilliman Flesh e li ho mischiati con 6ml di Contrast Medium.

Questo mi ha permesso di ottenere una boccetta di color pelle più chiaro, pronta all’uso.

Essendo la pelle un elemento preponderante in questi pezzi, ho deciso di dedicare qualche attenzione in più a questa parte.

Anche se in foto non risulta molto visibile, ho schiarito ulteriormente la pelle con un highlight di Flayed One Flesh, un colore Layer “tradizionale”.

Sono poi passato alle parti in osso, lo Skeleton Horde è davvero fenomenale.

Per la fibbia e le bende intorno a polpacci ed avambracci ho utilizzato il Contrast Wyldwood.

Le parti in cuoio sono state colorate con il Gore-Grunta Fur. Lo stesso colore è stato usato anche per le cinghie legate alle armi.

Per le corna dell’elmo del capo ho usato una tecnica vista nei video di Warhammer TV: dopo aver applicato lo Skeleton Horde, con il colore ancora liquido, ho applicato alla base delle corna una passata veloce di Gore-Grunta. I due colori si mischiano un pò ottenendo una leggera sfumatura.

Gli antichi babilonesi chiamavano questa tecnica Wet Blending. Per noi forzati della pittura veloce è solo una sfumatura rapida e senza sforzo…

Pellicce, perizomi e gonnellini sono tutti dipinti con il colore Black Templar.

A questo punto, dopo aver vagliato diverse possibilità per il mantello e gli altri componenti di pelliccia, ho optato per il mio nuovo colore preferito: il Gore-Grunta Fur.

Con il Flesh-Tearer Red ho aggiunto un pò di colore alle impugnature delle armi, in modo che staccasse dai vari marroni applicati.

Ho applicato infine i colori metallici Leadbelcher e Balthasar Gold rispettivamente per parti in acciaio e parti in bronzo.

Ho imbasettato con il mio classico metodo e i pezzi sono finalmente completi.

Come sempre ho portato avanti la pittura di ogni singolo colore su tutti i pezzi della mia banda contemporaneamente per ottimizzare i tempi di asciugatura dei colori.

Ed ecco i miei Untamed Beast al completo.

Non resta che testarli sul campo!

 

Potrebbero interessarti anche questi

3D Lab – Ural 375

CapitanMattia

3D Lab – Container in 28mm

CapitanMattia

Realizzare un Maniero in miniatura – Parte 1

Stefano