Fantasy Tutorial

Fast painting Stormcast Eternals

Facendo seguito alle nostre partite di prova di Age of Sigmar ho deciso di incominciare seriamente.

Naturalmente oltre alla lista e tutto quanto ne consegue, in ogni Wargame tridimensionale che si rispetti arriva il momento di procedere con la pittura della proprio armata. Orbene, il mio acquisto di uno scatolone di Stormcast usati, ma non dipinti, mi ha portato in dote una bella massa di miniature per dare fondo ai pennelli.

Proprio per questo però l’impresa potrebbe rivelarsi titanica, ho qualcosa come 50 Sequitors per esempio, a meno di non scegliere un metodo veloce che metta fieno in cascina rapidamente. Purtroppo di solito le metodologie di Fast Painting sono anche estremamente poco appaganti per gli occhi.

Conscio del problema ho effettuato alcuni test preliminari vagliando alcune tecniche, e ho raggiunto un buon compromesso, anche sfruttando i nuovi, “miracolosi” per alcuni, Contrast made in Games Workshop.

Partiamo, per prima cosa ho scelto uno schema, qualcosa che mi piacesse e che fosse facile da dipingere: Primer bianco, armatura grigia, spallacci e vesti rosse, altre vesti osso.

Per iniziare ho dipinto l’armatura, qui ho utilizzato il Contrast Basilicarum Grey, perché grigio è presto detto, tirando questo Contrast l’effetto è molto carino, crea da solo le ombre e sopratutto non è suscettibile di sporcarsi con le lavature che effettuerò successivamente. Questo è il risultato del primo Step:

 

 

Purtroppo ho notato che i Contrast non danno sempre lo stesso risultato, quindi bisogna stare attenti alla diluizione e alla pennellata, nel mio caso più li si “tira” più l’effetto e il colore è vicino a quanto voglio ottenere, una lieve diluizione con il Medium comunque aiuta sempre.

Proseguendo ho dato i colori base, per il rosso ho usato il Blood Angels Red, sempre di GW e per l’osso il Buff della Vallejo, molto semplice, non serve neanche essere super precisi perché comunque la seguente lavatura comprirà le imperfezioni.

 

 

Tutto facile facile, poi mi sono munito di color oro, il Retributor Armour, e dell’azzurro Baharot Blue entrambe GW Made. Per la testa contundente della mazza invece ho usato un classico Runefang Steel.

Con questi ho dipinto i particolari oro: amuleti, catene, loghi di sigmar su spallacci e scudo e parte della mazza. E i particolari azzurri: l’impugnatura della mazza, la fiala del potere (non saprei come chiamarla) e i fulmini sullo scudo.

 

 

Siamo giunti al momento della lavatura, anche qui molto molto semplice, Nuln oil per la testa della mazza, Reikland Fleshshade per il “Sigillo di purezza sigmarita”, Earthshade per tutto il resto. Chiaramente bisogna evitare l’armatura, ma se la lavatura và nei recessi tra questa e le altre parti è perfetto. Prestate sempre attenzione all’effetto pozza, che può rovinare il lavoro.

Dalla foto potrete anche aprezzare come ho corretto i “problemi” dati dal Contrast, utilizzando un Lining con un diluitissimo Medium Sea Grey della Valley.

 

Ad ora la pittura di questo pezzo ha consumato solo una mezz’ora circa, veloce no? Per iniziare a concludere bisogna dare una lumeggiata al Blood Angels Red, al Buff e all’azzurro, come? Diluizione massima e utilizzo degli stessi colori stratificando quelli lavati, e quindi più scuri, già sulla miniatura.

A chiudere il lavoro, per dare ulteriore luce, ho utilizzato del super diluito Fiery Orange sul rosso e il Dry Terminator Stone sull’osso. Il Dry si dà a pennello asciutto, quindi occhio sempre a non rovinare il resto del lavoro e fatelo ben localizzato per un risultato migliore.

 

 

Per un ulteriore di luce, ho fatto la gemma nella mazza, e aggiunto punti bianchi fatti con il pastello Caran D’Ache bianco appuntito e umettato.

Finito, totale lavoro circa un ora e un quarto per il pezzo singolo, tempo che si può abbattere industrializzando in serie i miei pezzi.

Questi sono il primo finito , cosa dite?

 

 

 

 

Potrebbero interessarti anche questi

Il meglio dei modelli 3D per il wargaming- Settimana 15

CapitanMattia

Gaming Night: 4 tavoli per 4 regolamenti

Stefano

Il meglio dei modelli 3D per il wargaming- Settimana 9

CapitanMattia