In Evidenza Medioevale Recensioni

Inglesi della Guerra dei 100 anni – Centuria nel periodo Medioevale

Il mio primo articolo pubblicato su miniables è stato quello con i buoni propositi per il 2019.

Come ampiamente previsto, sono assolutamente in ritardo con gli obbiettivi prefissati. L’unica spunta presente nella lista è l’esercito napoleonico inglese in 6mm: con un pò di erba sintetica sulle basi sarà finalmente finito.

Non che abbia dormito. L’esercito Macedone per Centuria, iniziato e finito in questi mesi, è lì a testimoniarlo. Così come l’esercito in 15mm che ho dovuto reimbasettare per En Avant, Marche!

Ma adesso però, bisogna affrontare l’elefante nella stanza: l’esercito Inglese per la Guerra dei 100 Anni.

Centuria rimane il regolamento maggiormente presente nelle mie serate di gioco e a questo punto è arrivato il momento di inoltrarsi nel periodo medievale e sperimentare qualcosa di nuovo.

Nel file con gli eserciti relativi al periodo, sono presenti molte liste, da quelle per le crociate, ai Guelfi e Ghibellini e, ovviamente, alla Guerra dei 100 anni.

Potrei cercare mille scuse, intellettualmente valide, per giustificare la scelta degli Inglesi. La scomoda verità è però questa: 20 anni fa volevo i Bretoniani e non me li sono comprati. Qualcuno potrebbe obbiettare: perchè non i Francesi? Ma io non rispondo a queste provocazioni.

LA SCELTA DELLE MINIATURE

L’offerta del mercato, relativamente agli Inglesi, è decisamente vasta. Essendo abbastanza pragmatico però ho puntato sui modelli che fossero i più facilmente reperibili ad un costo accessibile. La scelta è quindi caduta sui kit Perry Miniatures. La loro gamma è molto ampia e copre tutte le tipologie di soldato di cui avrò bisogno per creare il mio esercito.

I kit che Perry Miniatures che mi sono procurato sono i seguenti:

• English Army 1415-1429 – 36 fanti suddivisi in 24 arcieri e 12 uomini d’arme.

• Agincourt French Infantry 1415-29 – 36 fanti con equipaggiamento misto e 6 cavalieri a piedi. Negli sprue dei fanti sono presenti balestre, alabarde e lance, ottimo per le unità di fanti inglesi armati di alabarda.

• Agincourt Foot Knights 1415-29 – 36 fanti armati con lance, spade, martelli da guerra ed altre armi a due mani.

• Agincourt Mounted Knights 1415-29 – 12 cavalieri montati. Avevamo parlato di questo kit appena uscito e si dimostra veramente utile. Con questo kit è infatti possibile assemblare sia la cavalleria pesante, sia la cavalleria leggera ed essendo poi presenti 18 corpi nella confezione, recuperando qualche cavallo avanzato da altri kit, ho sistemato tutte le opzioni per il mio esercito.

La scultura delle miniature è ottima, i corpi sono perfettamente proporzionati alle teste, alle mani e alle armi. Il tutto si traduce però in miniature che visivamente sembrano un pò più piccole di quelle di altre case. Mischiare questi pezzi con quelli di altri produttori, non credo dia buoni risultati. Il vero problema l’ho riscontrato nel montaggio: in molti casi, in particolare negli archi, balestre e armi a 2 mani, si fatica non poco a far combaciare le braccia.

Non sono un fanatico del modellismo e della precisione maniacale,  voglio giocare con i pezzi dipinti il prima possibile, ma devo dire che in molti casi avrei lanciato i pezzi dalla finestra.

IL MONTAGGIO

Il montaggio è la fase che mi permette di iniziare subito a giocare, quindi cerco di portare tutto a termine nel giro di un fine settimana.

Centuria utilizza un imbasettamento di 8/6 fanti o 2/3 cavalli per ogni base.

Un montaggio rapido mi permette di fissare i pezzi con il patafix alle basi ed iniziare subito a giocare, con buona pace del piacere estetico. Dopo qualche partita posso quindi capire se le unità funzionano e nel caso spostare i pezzi da una all’altra per cambiare tipologia di unità.

Per aumentare il numero di arcieri, sono 24 quelli della confezione, ho aggiunto in stile Warhammer, alfiere e campione armato di spada. Questo mi permetterà di schierare 4 unità. In caso si rivelino troppe, potrò sempre ridistribuire i fanti sulle basi in maniera differente, ad esempio 2 basi di schermagliatori.

La lista di partenza sarà poi completata da un’unità di balestrieri, 2 unità di alabardieri, 2 unità di uomini d’arme con lancia e 4 unità di cavalleria.

Mi avanzano ancora una trentina di fanti da montare a seconda delle modifiche che mi verranno in mente dopo aver giocato.

Ora non resta che giocare un paio di partite, riorganizzare la lista e iniziare a dipingere.

La pittura dell’esercito ovviamente sarà oggetto di uno dei prossimi articoli, a presto!

 

 

 

 

Potrebbero interessarti anche questi

Assemblare e colorare la nostra flotta di Black Seas

Stefano

Gaming Night: 4 tavoli per 4 regolamenti

Stefano

Close Combat redux

CapitanMattia