Antico Medioevale Recensioni Unboxing

Unboxing Dark Age Archers – Recensione del Kit

Benvenuti al quarto appuntamento riguardante l’apertura scatole di montaggio della Gripping Beast per i miei arabi. Oggi prenderemo in esame il Kit degli arcieri che, a differenza degli altri già presentati, non sono localizzati come arabi, ma ben più generici “Dark Age”.

Le precedenti aperture hanno vissuto di alti e bassi, i lancieri sono ottimi, la cavalleria pesante sufficiente e quella leggera anche, nessun grande spunto verso l’eccellenza, però, ripetendomi, considerando tutto, sono comunque molto soddisfatto degli acquisti già sviscerati fino ad ora.

Cosa mi aspetto da questo Kit? Sinceramente niente di più che guerrieri generici armati di arco, casomai in pose un po’ dinamiche e credibili, e veramente generici nell’abbigliamento, in modo che possa utilizzarli per diversi eserciti.

Procediamo quindi all’apertura: Dark Age Archers.

 

 

Prima di iniziare, come di consueto, il prezzo, questo Kit è in vendita a 25.50 euro, e contiene un totale di trenta miniature. Prendendo in esame solo la quantità, e considerato il costo di 0,85 al pezzo, questa scatola è totalmente in linea con le altre della GBP,  e cioè beneficia di un ottimo rapporto quantità prezzo rispetto ai più costosi modelli in metallo o resina.

Sul Packaging spenderò poche parole poiché tutto già detto in precedenza: solita scatola gialla, bella grafica frontale e descrizione più immagini esplicative posteriormente. Sorpresa delle sorprese nel Box non ho trovato il consueto foglietto con Poster e istruzioni. Poco male.

 

 

Aprendo la scatola troviamo un Caos totale! All’interno ci sono ben tre Sprue verdi! E una nuvola di altri Sprue grigio topo! A un esame più attento scopro che, con mia assoluta sorpresa, i tre Frame di plastica verde contengono non le solite basi Renedra, ma ben dodici basi 80×40 mm. Strano!

L’altra cosa altrettanto stupefacente sono gli arcieri veri e propri. Ci sono ben dieci piccoli Sprue grigi con tre arcieri per ognuno.

 

 

 

 

C’è poco da vedere ad essere onesti, i dieci Sprue citati in precedenza sono veramente tutti identici. Ci sono tre corpi, tre teste e una mano con arco separata. Finito.

Bhe, ci dobbiamo accontentare, quindi provo a dare un’occhiata approfondita, anche per scrivere qualcosa in questa recensione.

I tre corpi sono carini, due dotati di pantaloni e uno con fasce “mollettiere” si distinguono per le faretre e la posizione diversa. Due uomini sono intenti a scoccare i loro dardi mentre uno di essi, l’uomo senza mano che ha l’arco da incollare, sembra essere in attesa di comandi.  

 

 

Tutti i nostri novelli Robin Hood sono dotati di coltellino, ma solo uno è abbastanza scaltro da avere una bella saccoccia da cintura, presumibilmente dove mettere il bottino.

C’è qualche bavetta qua e là, soprattutto sugli archi, ma niente di troppo appariscente o fastidioso da rimuovere. Unico neo che non sono riuscito a comprendere, la base è altissima, ben tre millimetri misurati con il calibro. Che senso ha? Sarà sicuramente da abbassare perché così vengono fuori trenta lanciatori di Baseball.

Finito! Ah, no, scusate, ci sono le teste. Le tre teste. Come la scimmia di Monkey Island.

 

 

Le teste sono le tre che si possono osservare in foto, glabro, baffi, barba e mustazzo a completare il servizio di Coiffeur. Le sculture sono già viste in altri Kit Gripping, e vanno benone per fare qualsiasi arciere Dark Age/barbaro vi venga in mente. Ok, ma, solo tre? Tre teste per tre corpi. Da capitolato in tutto per tutto. Veramente poca scelta. Troppo poca.

 

Conclusioni:

Il Kit è quello che è. Scelta in sostanza nulla e varietà zero. Tre pose, tre teste, anche a fare il gioco delle tre carte riuscirete ad ottenere nove modellini giusti giusti diversi tra loro. Forse variando l’angolo d’incollaggio della manina con arco potete sbizzarrirvi un po’ di più. Certo….

Vi servono arcieri per le vostre armate? Si? Allora è il Kit che fa per voi, poco costoso, con un costo al pezzo quasi ridicolo e miniature ben fatte. L’effetto esercito dei cloni è assicurato al 100% se non ci lavorate sopra, e non caverete neanche il minimo Bits per farvi qualche altra modifica, state sereni.

Personalmente, come anticipato, devo utilizzarli per rimpolpare la parte “da tiro” dei miei arabi e in futuro di altri eserciti. Quindi van benone. Rimango comunque un poco deluso dalla politica Gripping delle “opzioni zero”.

Ed è così che finiamo le recensioni dei Kit Grippin Beast che ho aperto ultimamente. In Generale rinnovo e confermo le mie recensioni: Le scatole sono ottime per creare eserciti in fretta, in plastica e a costi più che accessibili. La qualità della plastica, della fusione e dello stampo è elevata, pochi altri (nello storico) riescono a mettere in campo prodotti così. La varietà e la caratterizzazione sono buone in generale, anche se ci sono alti e bassi.

Chiosando, comprate GBP, non ve ne pentirete, e se ci tenete all’effetto scenico, aggiungete qualche miniatura specifica e vedrete che l’effetto non sarà niente male.

 

Potrebbero interessarti anche questi

Gaming Night: ad ognuno il suo gioco, purchè sia con le miniature

Stefano

Wargames e miniature: i buoni propositi per il 2019

Stefano

Realizzare un Cottage Inglese in miniatura – Parte 1

Stefano