Fantasy Medioevale Napoleonico Tutorial

Realizzare una casa coloniale – Parte 1

Dopo una breve pausa ritorniamo alla nostra guida, con l’ultimo progetto di questa serie: una casa coloniale.

Questa semplice casa rurale permette di affrontare strutture a piani differenti che consentono tagli prospettici molto interessanti.

Abbandonati i materiali pre-stampati e le finiture in carta abrasiva, viene descritta una tecnica alternativa per ottenere la ruvidità tipica dell’intonaco esterno utilizzando solo la pittura e il gesso.

Completa il lavoro una variante di colorazione per ottenere l’acciottolato, il comignolo e la canna fumaria esterna.

Come descritto nella progettazione, riportate le misure sulla carta millimetrata e in seguito sul materiale scelto per il progetto. Incidete il supporto per ottenere i singoli elementi e assemblateli secondo lo schema.

Fate attenzione al lato esterno. Nella figura è evidente l’errore di montaggio: il piccolo frontale è collegato su un lato dalla parte del fronte (spillo nero) e dall’altro sulla spalla.

Ecco la versione corretta completa delle due canne fumarie (facoltative). Come noterete guardando lo spillo azzurro frontale adesso entrambi i muri sono collegati di spalla.

Preparate le sezioni del tetto. Incollatele tra loro. In questo caso, vista la complessità del montaggio evitiamo di collegarle alla facciata frontale. Potremo accedere all’interno rimuovendo semplicemente l’intero tetto. Preparate come nel progetto precedente le liste di cartone ondulato ricavate dal cartone per il trasporto della pizza. Come al solito, fissate le strisce partendo dal basso.

Per un risultato più realistico lasciate sbordare leggermente la prima striscia.

Montate il secondo tetto a cuspide e procedete con il montaggio del cartoncino come da figura.

Tagliate in misura una striscia di cartone seguendo la parte concava.

Incollatela in posizione per nascondere le giunzioni.

Procedete con gli altri due profili. Verificate il montaggio alloggiando i due tetti in posizione.

Dipingete la casa con il gesso liquido sia all’interno che all’esterno come descritto in percedenza. Lasciate asciugare. Con un taglierino allargate il taglio alla base delle finestre per alloggiare il davanzale.

Tagliate un listello di legno in misura (circa 2,5 mm) e alloggiatelo in posizione.

Realizzate i profili in cartoncino (o in plasticard) come nel primo progetto e incollateli in posizione sopra il davanzale.

Tagliate un pezzo di pasta modellabile e tiratela con il matterello fino ad ottenere lo spessore di circa 5mm.

Introducete i supporti a 5 cm per alloggiare il secondo piano e preparate il pavimento come descritto nella casa inglese. Tagliate in misura i listelli di legno e profilate gli stipiti. Posizionate la casa sopra la pasta modellata.

Con un coltello eseguite dei tagli netti per profilare i contorni.

Utilizzando un bulino o la punta di uno stuzzicadenti create una trama disegnando i sassi uno ad uno. Poi lavorateli singolarmente per creare dislivelli e rilievi. Lasciate asciugare. Se il risultato finale non vi soddisfa o se non avete tempo, potete utilizzare materiali già incisi.

Stendete un velo di colla sulla dima della canna fumaria.

Accoppiatela con la pasta stesa per ottenere il rivestimento.

Lavoratela per avvolgere completamente la dima.

Rifilate il materiale in eccesso con un taglierino affilato o con un coltello.

Con un bulino o con uno stuzzicadenti incidete delle linee orizzontali distanti circa 2 mm una dall’altra.

Incidete delle linee verticali alla distanza di 5mm l’una dall’altra cercando di simulare un muro in mattoni.

Seguendo la stessa procedura realizzate la canna fumaria. A pasta ancora fresca livellate i bordi con l’ausilio di un coltello.

Concludiamo la prima parte di questa guida e vi diamo appuntamento a settimana prossima con la parte relativa alla colorazione. Ringraziamo Massimo Torriani per averci fornito testi ed immagini anche per questo progetto.

Potrebbero interessarti anche questi

Dipingere edifici in 6mm per il periodo napoleonico

Stefano

Scenici in 6mm per il periodo Medioevale e Napoleonico

Stefano

Dipingere il napoleonico in 6mm: mini tutorial per mini soldatini

Nicolò