Medioevale Recensioni Storico

Unboxing Arab Heavy Cavalry Grippin Beast – Recensione del Kit

Ed eccoci di ritorno per un altro articolo di apertura scatole. Continuando il discorso dell’articolo precedente, oggi prenderò in esame la scatola della cavalleria pesante, sempre dal produttore Gripping Beast.

Forse ricorderete come la precedente recensione abbia generato un giudizio finale piuttosto positivo. La speranza è di bissare il successo anche con questo prodotto.

Premetto che, a differenza degli altri che ho acquistato, questo Kit è destinato a ricoprire un ruolo molto maggiore nella veste rappresentativa dell’esercito. La cavalleria pesante era l’Elite degli eserciti medioevali, quindi dovrei, e vorrei, trovare all’interno quanto serve per crearne una degna rappresentazione.

Non dimentichiamoci inoltre che, influenzati dalle popolazioni asiatiche, gli arabi hanno sempre mantenuto la capacità di tiro in arcione, anche per la cavalleria d’urto. Per questo la componentistica dovrebbe darci anche questa possibilità.

Procediamo quindi all’apertura: Arab Heavy Cavalry.

 

 

Prima di iniziare, come di consueto, parliamo di prezzi, questo Kit è in vendita a 27.50 euro, e contiene un totale di dodici miniature. La descrizione ci dice che i modelli sono assemblabili con lancia, arco e altre scelte d’arma. Anche in questo caso, considerando che un Blister in metallo di cavalleria pesante arabo/turca da quattro pezzi costa sui 12/13 euro, il bilancio è comunque conveniente.

Sul Packaging spenderò poche parole poiché tutto già detto in precedenza: solita scatola gialla, bella grafica frontale e descrizione più immagini esplicative posteriormente (in questo caso in bianco e nero). Il Poster con le istruzioni all’interno completa lo Standard già visto. Qualità costante.

 

 

Aprendo la scatola troviamo un totale di cinque Sprue: quattro identiche prodotte nella consueta plastica color grigio topo, esse contengono ognuna gli elementi per mettere insieme tre dei nostri cavalieri, e il solito Frame in plastica verde con le sempre utili basette Renedra.

 

 

A differenza degli Arab Spearman & Archer qui troviamo i grandi Sprue usuali per la Gripping. Forse fatto foriero di maggior sostanza, in particolare per quel che riguarda le opzioni arma, che si sono dimostrate un po’ povere nei lancieri.

 

 

Vediamo nel dettaglio.

Ancora una volta, alla prima occhiata, sono palesi l’alta qualità della plastica e la fattura dello stampo, tutto molto preciso e pulito, credo che ormai possa dichiarare che sotto quest’aspetto il produttore inglese sia tra i migliori del mercato.

Da vicino si può apprezzare la buona qualità della fattura e dei dettagli. Le mani sono sempre a un livello totalmente superiore rispetto alla media dei modelli metallici e anche di alcuni concorrenti in plastica. Per tutti gli altri componenti, la media direi che si mantiene più che buona.

 

 

Guardiamo le cavalcature. Come si nota in foto abbiamo tre pose, abbastanza dinamiche con i cavalli lanciati in corsa o comunque in movimento, niente statue equestri di marmo immobile come in tanti altri casi. Ogni animale è diviso in due metà, questo mi fa sorgere il dubbio sul risultato dopo l’assemblaggio, esse potrebbero non combaciare perfettamente dando adito a brutture. Vedremo, per ora non ci resta che confidare nella precisione dei progettisti e nell’esperienza dello stampatore. Passando ai dettagli, diciamo che siamo sulla sufficienza, i finimenti sono ben definiti, anche se un po’ spessi, e le selle sono al minimo sindacale. Nessun fronzolo o decorazione particolare, a parte quei particolari poco identificabili nel retro della sella che mi ricordano tanto i sigilli di purezza di Warhammeriana memoria. Termino con le code che mi sembrano molto voluminose e appariscenti, forse troppo, comunque niente di grave.

In generale buoni destrieri.

 

 

Passiamo ora alle parti dei nostri ragazzoni a cavallo. Teste torsi e gambe.

Di teste, come potete vedere, ne abbiamo ben otto modelli. Non posso però esimermi da esprimere qualche dubbio sulla loro caratterizzazione. Ben due di queste teste sembrano provenire da un altro luogo sul nostro pianeta, sono dotate di folta barba ed hanno un aspetto molto europeo nei tratti somatici, se non addirittura Vichingo/Normanno. Ok, ne abbiamo otto a disposizione, ma cosa centrano queste due?  Non che le altre brillino comunque sotto quest’aspetto, lineamenti poco localizzati e troppo “generici”. Sono tutte dotate di elmo, ma a parte una si nota l’assenza di cotta di maglia, quasi fossero destinate a reparti di cavalleria leggera e comunque poco corazzata.

Le teste non mi hanno soddisfatto e purtroppo anche i corpi non mi convincono, ne abbiamo sei, ma tutti molto simili tra loro. Anche qui niente cotta né tantomeno vesti a coprirla. La trama è costante e rappresenta armature lamellari o corpetti in cuoio imbottito, ben definite per carità, ma l’assenza della maglia ferrea mi sembra una grossa lacuna.

I paia di gambe sono tre, identici, e tutte presumono un cavaliere in veste lunga.  Anche qui nessuna evidente corazzatura di sorta, uomini in vestaglia, punto. Almeno ai piedi sono rappresentate le staffe, cosa non sempre scontata.

Peccato, mi sembra che in questo comparto ci siano delle lacune, si poteva fare meglio dal punto di vista scultorio. Le parti restano di buona fattura, ma sulla varietà e sulla caratterizzazione non siamo esattamente al Top, anzi.

Il vero difetto però è l’aspetto POCO pesante che i modelli assumeranno una volta montati. La mancanza di cotta di maglia, usberghi e quant’altro è una cosa abbastanza fastidiosa. Capisco che la cavalleria araba non era paragonabile alle lattine crociate o occidentali, ma un poco di metallo in più avrebbe giovato.

 

 

Speriamo di risollevarci con l’armamento.

La panoplia sembra molto rigogliosa: quattro lance (non molto lunghe a dire il vero), cinque archi, una spada diritta, una spada ricurva, una tromba e finalmente una mazza! La dotazione è completata da tre custodie per arco, tre faretre e tre guaine per spada. Abbiamo infine i tre scudi di serie.

Le armi in generale sono di ottima fattura, con tutti questi pezzi possiamo equipaggiare i nostri cavalieri alla bisogna ma mantenere rappresentato l’armamento che non impugnano. Se deciderete di armarli di lancia potrete avere arco e faretra più il fodero della spada ben in vista sui vostri cavalli. Le combinazioni mono spade e mono mazze non sono possibili come si può facilmente evincere dalle quantità. Buono, non perfetto, ma almeno possiamo rappresentare degnamente l’equipaggiamento dei nostri cavalieri. Una spada in più e due mazze avrebbero dato tutto un altro sapore ma tant’è.

Una pecca sul dettaglio: Le spade infoderate sono veramente spoglie e semplici, si poteva fare parecchio meglio, qualche gemma o borchia, se non un arabesco ci sarebbero state proprio bene.

Sui tre scudi poco da dire, retro ligneo di buona fattura e fronte piano con umboni semplicissimi su due di essi, il terzo invece ha un gradevole umbone lavorato con rinforzi esterni che aggiunge un po’ di varietà.

Giudizio generale buono, anche qui con poco si poteva essere al Top; fortunatamente, con qualche Bits d’avanzo, credo si possa rimediare in maniera eccellente alle lacune.

Conclusioni:

Fattura ottima, ma pecche, troppo marcate perché siano taciute, sulla caratterizzazione e sulla varietà. La cosa più struggente è la mancanza di peso, intendo proprio di massa come grandezza fisica, il tutto dovuto alla mancanza del vile metallo, del ferro, è un Kit cavalleria pesante, mi aspettavo almeno un minimo di ferraglia assortita a giustificarne il nome. Invece poco, troppo poco.

Buono il comparto armamenti, quasi perfetto.

Tutto sommato il prodotto resta molto onesto, soprattutto alla luce del suo rapporto quantità/qualità contro prezzo. Ottimo per creare masse di cavalleria araba media.  Se invece l’intento è rappresentare unità corazzate o di lignaggio elevato non credo sia il Kit giusto, a meno di modificare pesantemente i pezzi, chiaramente.

 

Potrebbero interessarti anche questi

Poseidon’s Warriors

CapitanMattia

Regalone natalizio: Arrived!

PAnz3r

Tutorial: Dipingere cavalli in 28 mm

PAnz3r