Fantasy In Evidenza Medioevale Napoleonico Tutorial

Realizzare un Maniero in miniatura – Parte 2

Come ogni venerdì eccoci all’appuntamento con la guida per realizzare edifici in miniatura.

Oggi completeremo il nostro maniero con la colorazione.

Iniziamo!

Preparate il banco di lavoro per la colorazione; serviranno un piatto piano e un bicchiere colmo d’acqua. Per evitare che i colori acrilici asciughino troppo velocemente versate una minima quantità d’acqua nel piatto.

Tagliate un foglio di carta da forno in dimensione del piatto e avvolgetelo attorno.

Prelevate il colore con un pennello e depositatelo al centro del piatto dove l’acqua è raccolta. In questo modo i colori resteranno freschi a lungo.

I MURI ESTERNI

In questo progetto progetto si utilizza un tetto in plastica ma la procedura è la medesima anche se si impiega un altro tipo di materiale.

L’unica operazione aggiuntiva consiste nel lavare con sapone per i piatti il modello prima di procedere alla coloritura.

Le materie plastiche infatti tendono ad essere ricoperte da un residuo oleoso a causa del meccanismo di stampa; con acqua calda e una spugnetta detergete l’intera superficie e poi lasciate asciugare.

Quando l’oggetto sarà completamente asciutto passate la prima mano di vernice. Per un buon risultato è indicato il marrone rossastro o un marrone scuro.

Procedete in modo analogo con entrambi i tetti. Lasciate asciugare.

Nel frattempo stendete una mano di colore bianco su tutto il maniero. Con il colore grigio tortora (o un grigio medio) riempite alcuni spazi in modo irregolare cercando di rispettare i bordi delle pietre. Travi e contrafforti laterali devono essere completamente dipinti per conferire “stabilità” alla struttura.

Procedete con il colore ocra che applicherete casualmente con una prevalenza di gruppi di due/tre pietre.

Lavorando su pietre singole aggiungete il colore marrone e il blu. È importante che non siano a gruppi perché la forte tonalità serve solo a contrastare mentre l’eccesso rovina il risultato finale.

Miscelate il marrone e il verde muschio nel piatto e continuate a diluirli finche non otterrete un composto acquoso con pochissimi pigmenti colore.

Potete verificare il risultato passando il pennello sulla vostra mano per verificare l’effetto coprente.

Se non siete convinti provare a colorare un cartoncino. In commercio esistono prodotti già pronti per il “lavaggio”.

In alternativa potete utilizzare l’inchiostro marrone ulteriormente diluito; in questo caso l’effetto finale sarà leggermente lucido.

Qualsiasi sia il composto scelto, stendetelo su tutta la superficie facendolo penetrare negli anfratti per conferire una maggiore tridimensionalità.

Preparate anche la torretta secondo lo schema di montaggio e colorazione descritto in precedenza.

Mescolate il colore base con l’arancione o utilizzate un colore cuoio.

Prelevate la tinta con un pennello piatto e strofinatelo su un panno finché sulle setole resteranno poche tracce di colore: questa tecnica viene comunemente descritta come “pennello secco”.

Passate il pennello velocemente sui rilievi in modo che si accentui la tridimensionalità dell’oggetto.

Procedete in modo analogo anche sull’altro tetto.

Con la stessa tecnica applicate l’arancione puro. Mescolate l’arancione con l’ocra ed eseguite un ultimo passaggio in modo casuale stendendo le pennellate diagonalmente.

Dipingete gli interni con un colore di vostra scelta, poi, sempre impiegando la tecnica del “pennello asciutto”, riprendete l’esterno del maniero con il color pietra.

Riprendete l’intera superficie con l’ocra soffermandovi sugli spigoli.

Completate il processo con il bianco steso casualmente in diagonale e con passate leggerissime.

Prima di assemblare la parte inferiore con quella superiore e alloggiare i tetti applicate, seguendo le istruzioni, gli infissi realizzati in acetato. Il maniero, dopo la colorazione, si presenterà così.

LA PORTA

Preparate la porta ritagliando un rettangolo di balsa della dimensione di 2 x 4 cm e arricchendolo a piacere con listelli o cartoncino per simulare le finiture. Completate la porta con una maniglia realizzata con il pomello di uno spillo da sarta o con un cerchietto.

Coloratela di marrone scuro e fate risaltare il pomello dipingendolo d’oro.

Con la tecnica del “pennello asciutto” e il color ocra riprendete i bordi.

Inserite la porta nel suo alloggiamento e fissatela con un goccio di colla vinilica.

IL PROGETTO CONCLUSO

Il piccolo maniero, completato in ogni sua parte si presenterà così.

Si conclude così il terzo progetto della nostra guida con i contenuti e le immagini forniteci da Massimo Torriani.

Settimana prossima inizieremo il quarto ed ultimo progetto: una casa coloniale!

 

 

 

Potrebbero interessarti anche questi

Annibale in Italia – una storia video pt. 1

PAnz3r

Clash Of Spears – Regolamento skirmish ambientato nell’antichità

Stefano

Fortress Budapest – Libro campagna Bolt Action

CapitanMattia