Fantasy Medioevale Napoleonico Tutorial

Realizzare un Maniero in miniatura – Parte 1

Siamo giunti al terzo progetto della nostra serie: il maniero.

La struttura di questo edificio, con una piccola torre, è la base per realizzare costruzioni più imponenti come castelli o case di campagna fortificate.

L’uso della pietra come materiale di costruzione riporta alla memoria fasti lontani e l’inserimento di travature centrali e contrafforti laterali l’attualizza leggermente.

Per questo progetto si è deciso di impiegare il polistirolo con trama 3D e un tetto in plastica entrambi disponibili in commercio.

In questo modo abbiamo ridotto drasticamente i tempi e abbiamo potuto concentrarci sulla pittura della pietra e sulla realizzazione dei piccoli elementi di decoro.

Ora, scaricate il progetto in pdf ed iniziamo!

Dopo aver preparato le varie sezioni seguendo le istruzioni del capitolo Progettazione, assemblatele con la colla vinilica mantenendo gli spilli inseriti per garantire la presa.

Mentre attendete che asciughi, disegnate il profilo di una finestra su un cartoncino o su un foglio di plasticard utilizzando un pennarello indelebile.

Anziché limitavi a un disegno squadrato conferite alla parte superiore una leggera bombatura difficilmente realizzabile con il materiale di costruzione. In questo modo, una volta assemblata si avrà la sensazione di una finestra stondata, molto naturale.

Se avete scelto di lavorare con il cartoncino potrete facilmente ritagliarne i profili con una forbice, mentre per il plasticard avrete bisogno del taglierino. Il risultato finale è molto simile ma il materiale plastico si presta meglio a finiture tipo marmo.

Se avete lavorato con pazienza il risultato finale sarà simile a quello ritratto in foto. Se utilizzate il cartoncino fate molta attenzione a non piegarlo durante le operazioni di taglio.

Proseguite in modo analogo realizzando un numero di profili identico al numero di finestre.

Il legno di balsa in commercio è disponibile con diversi spessori.

Per una travatura verosimile utilizzate una sezione quadrata da 0,5 cm. Dato che il legno di balsa è molto morbido e tende a piegarsi nei punti in cui viene fatta pressione, evitate di tagliarlo con un tronchese.

Per un effetto realistico potete utilizzare un seghetto o incidere leggermente con un taglierino tutti e quattro i lati e poi spezzarlo.

In entrambi i casi sarà buona cura levigare accuratamente la parte finale con una lima piatta. Con questo sistema preparate quattro liste lunghe quanto il perimetro della casa.

Utilizzando come base il cartonino o il plasticard, tracciate due linee parallele lunghe quanto l’altezza della casa e distanti 2 cm.

Suddividete lo spazio orizzontalmente con linee distanti 0,5 cm, poi tracciate una linea mezzana verticale tagliando in due lo spazio (aree da 1cm x 0,5 cm). Ripetete l’operazione per due volte.

Con una forbice o il taglierino ritagliate una delle due strisce seguendo tutte le linee. L’altra servirà come guida per incollare i singoli elementi e creare un effetto in rilievo.

Se utilizzate come base il cartoncino piegate la striscia in due per seguire l’angolo. Se utilizzate il materiale plastico dovrete incollare prima un lato e poi l’altro facendo coincidere i mattoni.

Riportate sul polistirolo pre-inciso le varie sezioni della casa con il sistema degli spilli.

Ripassate le linee e, con l’aiuto di un taglierino preparatele. Questa parte è assolutamente facoltativa.

Stendete un velo di colla sulla parete e incollate dapprima il polistirolo poi la trave centrale ed infine gli elementi laterali.

Per aumentare l’effetto realistico potete introdurre piccole varianti e anomalie costruttive.

Nel nostro caso abbiamo spessorato una finestra per simulare lavori di muratura svolti in un secondo tempo. Con questo sistema si possono simulare aperture murate, riduzioni o ampliamenti dei vani luce.

Per realizzare quella mostrata in foto, incollate alcune liste di legno di balsa nell’apertura opportunamente modificata.

La facciata dopo l’intervento si presenterà in questo modo.

Il riempimento può essere eseguito anche con la pasta modellabile incidendo eventualmente una trama a mattoni.

Per ultimo inserite il profilo superiore.

Procedete in modo analogo preparando anche le altre pareti.

Per inserire un’ennesima imperfezione, nello spazio centrale è stata eliminata la parte di muro tra le due finestre.

Sarà sostituito da un pezzo di balsa e colorato in modo differente per evidenziarlo.

Per rendere ancora più realistica la costruzione è necessario inserire il davanzale a tutte le finestre. Realizzatelo con una lista di legno (o cartoncino spesso) tagliata in misura.

Davanti alla porta è stato inserito un primo gradino realizzato in balsa.

Con un bastoncino di sezione inferiore realizzate il secondo gradino incollandolo davanti al primo.

Come previsto inserite il bastoncino di balsa a sezione quadrata dividendo l’area in due parti eguali. Incollate il profilo e inserite il davanzale realizzato con la lista in legno tagliata in misura.

Assemblate l’edificio e profilate la parte alta incollando sul perimetro esterno un bastoncino di balsa a sezione quadrata (0,5 cm). Se intendete decorare gli interni non incollate la facciata. Nei progetti seguenti vi verrà descritto come allestirli e prepararli.

Seguendo le istruzioni descritte in precedenza realizzate anche la torretta. Inserite in ogni angolo un legno in balsa per mascherare le giunzioni.

Per realizzare in poco tempo infissi credibili potete tracciare una griglia di 0,5 cm su un foglio di acetato con il pennarello indelebile.

Dopo averli preparati ritagliateli e incollateli all’interno delle finestre con la colla vinilica facendo attenzione che combacino con i bordi.

Per il tetto della torretta, tagliate un cartoncino (di qualsiasi tipo) in misura. Piegatelo lungo la linea centrale. Verificate le dimensioni a secco e mantenete la “piega”.

Tagliate in misura un tetto in plastica. Incollatelo sul cartoncino per conferirgli maggiore stabilità e robustezza.

Fate lo stesso con il tetto ad angolo.

Profilate la parte alta con il cordolo fornito nella confezione.

Se intendete personalizzare maggiormente il vostro progetto potete utilizzare le tecniche descritte nei lavori successivi.

Il maniero completamente assemblato si presenterà così.

Ringraziamo Massimo Torriani per averci fornito i contenuti di questa guida, vi aspettiamo settimana prossima per la seconda parte dove completeremo il maniero con la colorazione.

Potrebbero interessarti anche questi

Wargames e miniature: i buoni propositi per il 2019

Stefano

3D Lab – Container in 28mm

CapitanMattia

Hail Caesar in grande scala… ovvero in 6mm

CapitanMattia