Antico Eventi In Evidenza

Campionato Italiano di Centuria, la prima tappa a Milano

Domenica scorsa si è svolto a Milano, presso la UESM, la prima tappa del Campionato Italiano di Centuria 2019.

Come è facilmente intuibile dagli articoli su come dipingere una falange e come imbasettare un esercito, quest’anno ho preso parte al torneo con i Macedoni.

Al torneo hanno partecipato 20 giocatori provenienti da tutta Italia, un buon mix tra veterani del mondo del wargame e nuovi giocatori.

Il clima, come in tutti i tornei di questo circuito a cui ho partecipato, è sempre molto disteso e, anche senza la presenza di un arbitro, non ci sono mai polemiche.

Durante la giornata si sono giocate tre partite.

Purtroppo non sono riuscito a far rendere il mio esercito come avrei voluto e ho così concluso al 7° posto, senza infamia e senza lode.

Il primo scenario è stato “Breccia”, il cui scopo era portare il maggior numero di unità nella zona di schieramento dell’avversario, impedendo a lui di fare lo stesso.

Questo scenario favorisce gli eserciti mobili e con le mie 6 cavallerie Macedoni sono stato decisamente avvantaggiato.

Il secondo scenario, “Rifornimenti”, richiedeva ai giocatori di recuperare le tre casse posizionate lungo il centro del tavolo.

Giocando contro un altro esercito Macedone, con una lista praticamente identica, il mio piano era quello di andare in superiorità sul fianco sinistro e tenere al centro.

Purtroppo il suo fianco ha tenuto molto meglio di quanto mi aspettassi e la partita si è conclusa con la vittoria del mio avversario per 2 casse ad 1.

Il terzo ed ultimo scontro prevedeva infine lo scenario “Bottino di guerra”.

Lo scopo di questo scenario era distruggere il campo base, posizionato nella zona di schieramento avversaria, senza perdere il proprio.

Questa partita è stata la più cruenta.

Dopo aver distrutto il campo base avversario ed aver ucciso il suo comandante, pensavo di avviarmi verso una facile vittoria. Invece nel giro di 3 turni, il mio avversario mi ha dimostrato come nulla sia mai scontato e ho perso anch’io comandante e campo base.

Dall’altare alla polvere.

Ad aggiudicarsi il torneo è stato Alessio Vignola che, nonostante non abbia giocato molto prima del torneo con i suoi Germani, si conferma un osso durissimo. Al secondo posto Adriano Losi con la sua orda inarrestabile di Galli, mentre al terzo Fabio Lecci con i Daci.

I barbari hanno chiaramente dominato.

Ad aggiudicarsi il premio come armata meglio dipinta invece è stato Federico Bottazzi, mio avversario ricorrente nei tornei di Centuria, con i suoi Romani della Media Repubblica.

La prossima tappa sarà a Maggio a Roma, chi sarà il campione 2019 di Centuria?

 

 

Potrebbero interessarti anche questi

En Avant, Marche! Un nuovo regolamento per battaglie di età rivoluzionaria e napoleonica

Stefano

Saga, come funziona lo skirmish 28mm: una battaglia tra Vichinghi e Anglo-Sassoni

Paolo Paglianti

Realizzare una casa coloniale – Parte 2

Stefano